1949/50 - Vespa 125 (II^ serie - V2T/V14T)

La "bacchetta" seconda serie presenta diverse modifiche rispetto alla prima versione. La più importante è data dal comando del cambio che, anzichè impiegare elementi rigidi con snodi, utilizza per la prima volta un sistema misto bacchetta-cavi flessibili. Al manubrio è montato un devialuci con il pulsante di massa.
Per quanto riguarda il motore sono nuovi il coperchio della ventola e la cuffia copri-cilindro. La marmitta viene prodotta dapprima a forma di scatola, poi a sogliola. Sui primi esemplari il pulsante di massa è posto sotto la sella. Il fanale posteriore è in costruzione mista vetro-plastica, costruito dalla Sirle.

Scheda tecnica

VESPA 125 1949-1950 (V2T/V14T)

MOTORE:2 Tempi, 124,8 c.c.
ALESAGGIO: 56,5 mm.
CORSA: 49,8 mm.
MARCE: 3 Velocità
ALIMENTAZIONE: al cilindro Piston Ported, Dell’orto TA 17 con filtro
RUOTE: 3,50×8
SOSPENSIONI: molla elicoidale sull’anteriore, molla elicoidale e sospensione idraulica sul posteriore
FRENI: anteriore a tamburo, posteriore a tamburo
IMPIANTO ELETTRICO: 6v
COLORE: Verde Metallizzato (Codice Max Meyer 6000M)
ANTIRUGGINE: Fondo Rosso Opaco (Codice Max Meyer 10055M)
SERBATOIO: 5 litri, con riserva
VELOCITA’: 70 Km/h
TELAIO: V1T da 01

Schema impianto elettrico
Schema impianto elettrico Vespa 125 (II^ serie - V2T/V14T)
impianto elettrico 125 48-50.jpg
Formato JPG 161.8 KB