La Vespa "Douglas" (Gran Bretagna)

La società "Douglas" situata a Kingswood, Bristol, iniziò la produzione di motocicli nel 1907. Nel 1948 la società era sull'orlo del fallimento. Durante una vacanza, in quello stesso anno, in Italia l'amministratore delegato, Claude McCormack, scorse una Vespa e subito prese accordi con la Piaggio per costruirla su licenza a Bristol.

Un esemplare di Vespa, costruita negli stabilimenti di Pontedera, era presente nello stand della Douglas durante il salone del motociclo a Earls Court nel 1949, ma l'inizio effettivo della produzione fu nell'aprile del 1951.


 

Sin dalle prime unità le Vespe "Inglesi" erano quasi totalmente costruite in Gran Bretagna. Le Fonderie della Douglas sfornavano elementi quali copri frizione, cilindri, teste e blocchi motore, mentre dall'officina meccanica nascevano blocchi cambio, impianti freni e molto altro ancora. La maggior parte dei lamierati erano prodotti dalla "Pressed Steel" a Birmingham. Con l'arrivo del modello 152L2 la maggior parte dei componenti era prodotta dalla Piaggio, ma la Douglas rimase comunque più di un semplice stabilimento di assemblaggio.


foto aerea dello stabilimento della Douglas a Bristol
foto aerea dello stabilimento della Douglas a Bristol

Fu costruita una piccola catena di montaggio e un reparto di verniciatura a raggi infrarossi dotato di atrezzature di essicazione.L'indotto creato copriva anche componenti quali selle, carburatori, pneumatici e componenti elettrici, tutto marchiato "Made in Great Britain".

La Produzione della Vespa terminò nel 1965 dopo 126.230 unità prodotte. La Douglas é rimasto l'importatore britannico ufficiale della Piaggio fino al 1982. La Vespa della Douglas fu l'unico scooter venduto in grandi quantità totalmente prodotto in Gran Bretagna, e la stessa azienda fece grandi sforzi per sostenere i propri prodotti e il mercato degli scooter in generale.

 


Una pubblicità prodotta per la Douglas